OrtosuOrto: dal produttore al consumatore.

Un sito per la vendita e lo scambio di prodotti della terra. OrtosuOrto.

Sei un produttore di frutta, verdura e prodotti freschi che vuoi vendere o scambiare? Oppure un consumatore che cerca la qualità direttamente dal contadino? Allora devi leggere questo articolo.

Scegliere la vita in campagna porta con se il coltivare la terra e forse è proprio questa attività la principale ambizione che ci spinge fra colline e campi.

Coltivare la terra lo si può fare a diversi livelli, una azienda agricola di grandi o piccole dimensioni oppure in modo amatoriale, anche qui, in grandi o piccole dimensioni, magari solo un orto o piante aromatiche.

Produrre e vendere però sono due cose ben diverse, nella maggior parte dei casi ci si deve affidare ad un intermediario, con tutto quello che comporta in termini economici.

Negli ultimi tempi, la continua ricerca di prodotti di qualità da parte del consumatore finale, sta iniziando a cambiare questa regola. Sempre più persone si rivolgono direttamente ai contadini per l’acquisto di prodotti e ormai già da diversi anni funzionano molto bene i GAS, i Gruppi di Acquisto Solidale che raccolgono più acquirenti i quali comprano direttamente dai produttori, con grande vantaggio, sia per gli uni che per gli altri.

L’iniziativa.

L’iniziativa di cui parliamo oggi, ed il sito che la presenta, vanno salutate con entusiasmo. La rete, per sua natura, consente di mettere in contatto persone e aziende in modo semplice e veloce, utilizzare questa caratteristica per migliorare la qualità dei prodotti che mettiamo sulla nostra tavola è a dir poco: lodevole.

Annie Milon, Valeria Castellini, Filiberto Guatteri e Elena Saltarelli, quattro ortisti dilettanti hanno creato la piattaforma OrtosuOrto con l’intento di limitare gli sprechi di chi coltiva per se, valorizzare le relazioni fra coloro che credono nella coltivazione sana e naturale ed inoltre stimolare l’economia locale.

Puoi frequentare anche i social di OrtosuOrto attraverso Facebook e Instagram.

La pagina Facebook do OrtosuOrto

La pagina Facebook di OrtosuOrto

Come funziona.

Se sei un acquirente.

Se sei un potenziale acquirente, dalla Home Page del sito puoi facilmente cercare le aziende o gli orti privati che fanno parte della rete. Per ognuno trovi la scheda dove vengono indicati i prodotti offerti, la descrizione dell’azienda, le recensioni e come metterti in contatto per acquistare.

Presso gli orti privati non possono essere effettuati acquisti ma solo scambi di prodotti, con l’antico e sempre troppo sottovalutato sistema del baratto.

Se sei una azienda.

Registrandosi al sito e pagando un canone annuo, puoi creare una vetrina dove presentare l’azienda, elencare i prodotti offerti ed indicare la zona in cui ti trovi, oltre i link al tuo sito e ai social.

Se sei un privato.

Come privato la registrazione è gratuita. Anche in questo caso puoi creare una vetrina completa del tuo orto o frutteto, con le stesse modalità delle aziende. Con il fine di scambiare i tuoi prodotti con altri appassionati.

Se vuoi collaborare.

Una sezione specifica del sito offre la possibilità di collaborare per condividere idee e progetti. Se sei un agronomo o un esperto oppure una azienda agricola con particolari caratteristiche o ancora un ristoratore che utilizza prodotti locali, puoi collaborare per proporre e/o promuovere iniziative ed eventi.

Valori aggiunti.

Nelle sezioni: “Storie di Orti“, “Curiosità“, “Ricette” e “Percorsi” è piacevole scoprire tutte quelle piccole cose che ruotano attorno alla conoscenza di tradizioni e di buone pratiche legate alla produzione naturale ed al buon mangiare.

Conclusioni.

Molte persone stanno tornando al rapporto diretto con la terra, l’Italia offre per questo ettari ed ettari di campagne dove poter produrre frutta e verdure di altissima qualità. Il difficile è tornare ad un rapporto diretto fra il produttore ed il consumatore. Una piattaforma come questa, che utilizza i nuovi mezzi di comunicazione senza intermediari è, forse, la migliore soluzione.

La qualità dei rapporti e la fiducia sono la base su cui costruire un modo nuovo di vivere il rapporto con il cibo che produciamo e portiamo sulla nostra tavola.

Forse, anzi, sicuramente, iniziative come queste possono riportare, dopo anni di difficile rapporto fra produttori e consumatori, ad una nuova (ma antica) modalità di interscambio.

Torniamo alle nostre campagne, e torniamo a mangiare sano. Utilizzare Internet, per questo, è un sano utilizzo delle nuove tecnologie.


Condividi questo articolo, sarà utile per far crescere questa piattaforma e sarà utile per tutti coloro che desiderano acquistare o scambiare prodotti sani e genuini.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.