Epifania: il menu di Tornoincampagna (1)

L’Epifania, tutte le feste si porta via.

Il vecchio adagio ci ricorda che questo rutilante periodo di celebrazioni, pranzi, cene, regali e quant’altro, è al termine. La festa forse più bella e più significativa: l’Epifania, la manifestazione, l’arrivo di qualcosa che terremo con noi per tutto l’anno.

Un tempo i regali per i bambini erano riservati alla Befana; l’intenso inverno, ora al suo pieno svolgimento, era rallegrato dalle promesse di primavera racchiuse nelle calze attorno al camino. Dolci, frutta secca, mandarini, un giocattolo, tutto ci diceva: fa freddo, gli alberi sono spogli, la neve copre e protegge la terra, che si lavorerà e produrrà, più avanti.

Nelle campagne, in ogni regione, si preparavano, e si preparano, piatti per celebrare questa particolare ricorrenza.

Questa volta ce ne andiamo nel Lazio, con una pietanza tipica che si preparava in particolare proprio il giorno dell’Epifania: gli Gnocchi alla romana.

Gnocchi alla Romana.

Le dosi sono per 6 persone. Per la preparazione e la cottura ti ci vorrà circa 1 ora.

Gli ingredienti necessari:

  • 450 g di Semolino (farina di grano duro)
  • 150 g di Parmigiano grattugiato
  • 180 g di Burro
  • 3 Uova
  • 1 Noce moscata grattugiata
  • 2 l di Latte intero
  • Sale

La preparazione.

In una pentola capiente porta ad ebollizione 1 litro e 3/4 di Latte, assieme a 30 g di burro ed qualche pizzico di sale. Quando bolle, inizia a versare il Semolino a pioggia. Puoi utilizzare un setaccio per evitare che si formino grumi.

In ogni caso mescola costantemente con un cucchiaio di legno.

Fai bollire per 5 minuti, fino ad ottenere una sorta di polenta molto soda. Il quarto di Latte tenuto da parte ti può servire per regolare la densità.

Togli il Semolino dal fuoco e, sempre mescolando bene, unisci le tre Uova, tre cucchiaiate di Parmigiano grattugiato e la Noce moscata grattugiata.

A questo punto, ungi con del burro un piano di marmo o una qualsiasi superficie fredda e non porosa, evita di utilizzare superfici di legno. Versaci sopra il composto e stendilo con una spatola bagnata in acqua fredda fino ad ottenere uno strato di circa 2 centimetri di spessore.

Lascia raffreddare e indurire il tutto.

Utilizzando un bicchiere o uno stampo rotondo per biscotti, ritaglia dei medaglioni di circa 5 centimetri di diametro. Disponi i medaglioni in una o più pirofile unte con un poco di Burro.

Gnocchi alla Romana

La perfetta gratinatura degli Gnocchi alla Romana.

Prima di infornarli nel forno bel caldo a 180 °C, condiscili con il Burro ed il Parmigiano rimasti. Appena si saranno gratinati sono pronti per essere serviti.

Un piccolo arricchimento.

Per rendere il piatto più “ricco“, aggiungi, prima di infornare, dei piccoli dadini di prosciutto sui medaglioni.


Un altro “piatto delle feste“. Spero ti sia piaciuto e soprattutto ti possa aver fatto piacere conoscere un piatto tipico della tradizione contadina di una delle regioni italiane.

Condividilo se vuoi, e preparalo per questa ricorrenza.

Buon Appetito!

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.