Il bagno di sabbia: una spa per le galline.

Realizzare il bagno di sabbia all’interno del pollaio è molto semplice e permette alle galline di mantenere, da sole, un’ottima igiene del piumaggio e della pelle.

Avrete sicuramente notato che, ogni tanto, i polli e le galline amano sdraiarsi e rotolarsi nella terra, in punti asciutti dello spazio che hanno a disposizione.

Muovendo le ali e gettandosela addosso, fanno entrare la terra fra le piume, rendendo l’ambiente fra pelle e piume più ostile ai parassiti. Scrollandosi poi fanno allontanare acari e pidocchi.

bagno di sabbia

Il bagno di sabbia per le galline.

La terra asciutta già fa un buon effetto ma, se mettiamo a disposizione una giusta miscela di sabbia e cenere di legna, i risultati saranno migliori.

Con il bagno di sabbia si eviterà di ricorrere a prodotti veterinari per l’eliminazione dei parassiti.

La giusta miscela.

La sabbia deve essere di tipo fine, la si può acquistare nei magazzini per edilizia, va benissimo la sabbia vagliata fine 0/3. Molto spesso, quando la si acquista, è piuttosto umida, in questo caso dobbiamo aprirla e lasciarla asciugare bene. Magari mettendo il sacchetto aperto esposto al sole.

La cenere deve essere setacciata, in modo da ottenere quasi una polvere impalpabile. Chi vive in campagna ne ha a disposizione in abbondanza, che provenga dal camino o dalla bruciatura di residui della potatura.

La si può setacciare con una retina metallica fine, posizionata su un recipiente capiente o sulla carriola.

Le giuste proporzioni fra sabbia e cenere è del 50%, metà sabbia e metà cenere. Questa miscela, ben mischiata, è particolarmente efficace.

Lo zolfo.

Per aumentare il potere antiparassitario si può aggiungere dello Zolfo Sublimato, conosciuto anche come “Fiore di Zolfo“. È sufficiente una parte di Zolfo ogni trenta parti di miscela sabbia-cenere. Diciamo 30 grammi ogni chilo di miscela.

Lo Zolfo ha effetto positivo anche sull’aspetto del piumaggio, rinforzando la cheratina.

La terra di Diatomee.

Al posto dello Zolfo o assieme ad esso, si può utilizzare anche la Terra di Diatomee. L’uso di questo prodotto è un po’ controverso. Da una parte c’è l’aspetto positivo della forte capacità di disidratare i parassiti eliminandoli facilmente, dall’altra l’aspetto nocivo del poter causare la silicosi, una malattia a livello polmonare a causa della forte presenza di molecole di silice.

In ogni caso, la percentuale di Terra di Diatomee deve essere piuttosto bassa, una parte ogni 40 parti di miscela sabbia-cenere.

Miscele già pronte.

Esistono anche sabbie già pronte da poter acquistare, non hanno la stessa efficacia rispetto alle miscele descritte ma potrebbero essere utili ai più pigri. 🙂

La struttura.

Per realizzare il bagno di sabbia bisogna scavare una buca profonda 40-50 centimetri. L’estensione dipende dal numero di capi nel pollaio. Per 5-7 galline sarà sufficiente 1 metro per 1 metro, per più capi si può arrivare a 2 metri per 1 metro.

La buca deve essere delimitata con assi di legno oppure mattoni, questo per non far disperdere la sabbia intorno.

Importante è anche coprire la buca con una tettoia per evitare che la pioggia la bagni. Volendo si possono utilizzare strutture già pronte, non destinate propriamente alle galline ma perfettamente adattabili, come questa che ho trovato come gioco per i bambini.

Volendo fare un lavoro completo, si dovrebbe riparare con una o due pareti di legno la parte più esposta ai venti. In questo modo si offre ai nostri pennuti un luogo riparato e asciutto dove passare momenti di assoluto relax.

Il benessere delle galline.

Un pollaio ben gestito, con spazi adeguati e accessori per il benessere dei capi, riduce di moltissimo il rischio di malattie.

Una buona esposizione al sole, zone d’ombra dove i pennuti possono ripararsi, acqua sempre fresca, un letto di paglia di almeno 10 centimetri, mangiatoie ben riparate, rastrelliere per l’erba fresca ed un bagno di sabbia come lo abbiamo appena descritto, ci faranno evitare di dover utilizzare prodotti chimici e medicinali per la cura dei capi.

In questo modo otterremo delle uova più sane e biologiche e carni più gustose e salutari.


Se l’articolo ti è piaciuto saremo felici di un tuo Mi Piace.

Mandaci anche le immagini delle tue realizzazioni.

Buon lavoro!

 

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.